Preambolo beneaugurante

10 agosto 2017

San Lorenzo.
Desiderio: cada una MOAB, Massive Ordnance Air Blast bomb (Mother Of All Bombs), sulla faccia da culo di Kim Jong-un.

———————————————————————————————————

MV, 10 agosto: tentare la fuga con “Papillon”, Daria Rottenberk.
(“Pretty girl beware of this heart of gold / This heart is cold…”).

Treats! Magazine con THE BLACK TAPE PROJECT.

4 agosto alle ore 2:13 ·

__________________________________________________________________

Questo centone sarebbe dovuto uscire un mese e mezzo fa, ma ero in ritardo con gli aggiornamenti e così non ho potuto che dare la precedenza, due volte, alla stringente attualità (prima le elezioni amministrative in Italia, poi la nuova Operazione Lebensborn in UK).
Adesso l’ho finalmente sistemato e quindi lo pubblico, integrandolo in appendice con quanto ho scritto nell’ultima decina di giorni.
Ai miei (25-24) interlocutori in primis, ma senza affatto escludere lettori silenti (“lurkers”, in gergo internettiano) né visitatori più o meno occasionali, mille ringraziamenti per l’attenzione ed i migliori auguri di buone Feriae Augusteae.

__________________________________________________________________

07 giugno 2017

http://www.tempi.it/la-veronicanizzazione-di-melania-trump#.WTa3rGjyjIU


(MV) – Trump li abbrevia MSM (Mainstream Media): una palindrome. Del resto, con la faccia che esibiscono, non hai bisogno di chiederti da che parte vadano guardati.

———————————————————————————————————

IL CALIFFO

“The Americanization of Emily” (1964), commedia satirica scritta da Paddy Chayefsky e diretta da Arthur Hiller: in edizione italiana “Tempo di guerra, tempo d’amore”.

Oggi invece, nel teatrino mediatico globale, va in scena la “Veronicanization of Melanie” (la “veronicanizzazione di Melania”, © Tempi.it *): su entrambe le sponde dell’Atlantico, dopo aver vanamente cercato di infangare la terza signora Trump per colpirne tra-sver-sal-men-te il marito (sia in campagna elettorale che dopo l’esito a lui favorevole), ora si cerca di contrapporre la FLOTUS al POTUS; così come la seconda signora Berlusconi, all’anagrafe Miriam Bartolini ma in arte Veronica Lario, si contrappose sua sponte (più o meno) al padre dei suoi figli nonché premier anti-establishment del governo italiano.
Il titolo alternativo della messinscena, in questo caso, dovrebbe essere “Tempo di guerra, tempo di odio”: la guerra e l’odio contro il vero Califfo, naturalmente, quello che risiede al civico 1600 di Pennsylvania Avenue, Washington, Dc.
Ribadisco, The Donald usa l’abbreviazione MSM (Mainstream Media) e fa bene, perché tràttasi di una palindrome; insomma, con la faccia che tali organi d’informazione esibiscono, non hai davvero bisogno di chiederti da che parte essi vadano guardati.

http://www.imdb.com/title/tt0057840/

__________________________________________________________________

08 giugno 2017

COINCIDENZE
Il nostalgico: “Si stava meglio quando si stava peggio”.
Il sovversivo: “Tanto peggio, tanto meglio”.

———————————————————————————————————

“Fake MSM” (Mainstream Media) continuano a chiamare “impeachment” quello che in realtà è un “entrapment”.

———————————————————————————————————

Di “attenuato”, nella diatriba sui vaccini, ci sono soltanto i ceppi degli agenti patogeni.

———————————————————————————————————

Sotto il profilo strettamente linguistico, c’è un «luogo» che tanto «comune» non lo è più: “maggiorenne E VACCINATO”.

09 giugno 2017

We Love Cinema

8 giugno alle ore 10:31 ·

Da stasera al cinema “Maria per Roma”, lungometraggio d’esordio di Karen Di Porto presentato in concorso all’ultima Festa del Cinema di Roma.
La giornata di una giovane aspirante attrice, confusionaria e dinamica, che insegue il sogno di un provino in giro per la Capitale.


(MV) – “Maria per Roma”: non riesco ad immaginare un titolo più neo-neorealista.

———————————————————————————————————

La mostrificazione etico-estetica di Donald Trump è quanto di più abietto si sia mai visto dai tempi della propaganda nazista.

———————————————————————————————————

Trump rischia l’entrapment, la May non ha la maggioranza e qui da noi festeggia Alfano…

———————————————————————————————————

Mayday, not May Day.

———————————————————————————————————

Un Comey per i Commies.

———————————————————————————————————

Continuano a diffamare John Edgar Hoover (anche nel film “Baywatch”) e poi usano l’FBI per incastrare Donald Trump.

———————————————————————————————————

Why isn’t ABC firing Whoopi Goldberg for this?!?!


JUMPIN’ JACK FLASH… FLASH-MOB… YOU MOBSTER… YOU MONSTER…

L’avevo appena scritto: “La mostrificazione etico-estetica di Donald Trump è quanto di più abietto si sia mai visto dai tempi della propaganda nazista”. Whoopi Goldberg, dopo alcuni ruoli comici seguìti al drammatico «The Color Purple» (tra i quali, molto spassoso, quello citato in apertura), ha inanellato parecchi family-movies all’insegna dei buoni sentimenti e della più tenera commozione.

Coerentemente, oggi esibisce un’amena T-shirt nella quale si vagheggia che a trasformarsi in «Ghost» – motu proprio – sia l’attuale POTUS.

Albert Camus (sovente citato da Vittorio Gassman) disse una volta che “l’attore è un ipocrita sincero”. Nel caso di costei, se l’avesse conosciuta, avrebbe ritirato l’aggettivo.

__________________________________________________________________

10 giugno 2017

Il grande Wayne in “Il pistolero”, 1976

(MV) – “Non sopporto ingiustizie, non sopporto insulti, non sopporto prepotenze. Se qualcuno mi offende o mi tradisce, prima o poi si aspetti la mia vendetta”.

Sandor Mutina La fine di un’era: l’ultimo western classico. L’anno dopo Star Wars, trasportando il western nello spazio , avrebbe per sempre cambiato i gusti del pubblico. Da quel momento ogni altro western sarebbe stato un prototipo, staccato dalla tradizione classica.

Marco Valori Sì, fu l’epicedio – più che epitaffio – del “Genere americano per eccellenza” e della sua Superstar più rappresentativa, qui identificata come non mai col proprio alterego schermico: vedi (oltre al tragico nucleo narrativo) anche il montaggio iniziale con alcuni famosi gunfights del Duca, estrapolati – in bianco e nero – dalla sua filmografia… Anzi, mi punge vaghezza di rubare il vecchio gioco di parole “Shooting Star”, ma non certo come doppio senso: “stella cadente”, John Wayne, mai lo fu né mai lo sarà.

———————————————————————————————————

Ma lo vogliamo davvero, un minuto di “Silenzio dei Lupi”? A mascherare retropensieri tipo “RIHAD” (acronimo)…?

———————————————————————————————————


__________________________________________________________

11 giugno 2017

11 giugno alle ore 10:27 ·

Non c’è problema.


(MV) – Prevenzione di massa

__________________________________________________________________

12 giugno 2017

http://www.lanazione.it/firenze/sport/calcio/fiorentina-antognoni-nominato-club-manager-1.3193072?wt_mc=fbuser

– Si scrive “Club Manager” e si legge “Flag of Our Fathers”, come quella di Iwo Jima (“Flag” singolare, data l’unicità, “Fathers” in senso lato). Aggiungo solo due parole: ERA ORA.

“I primi pendolari la mattina / Quest’anno è forte la tua Fiorentina / La colazione con i bomboloni / E guai a chi parla male di Antognoni…”: Club Manager, ERA ORA!

———————————————————————————————————

Renzo Mattei

12 giugno alle ore 17:22 ·

Queste Amministrative hanno dato un chiaro messaggio a Centrodestra e Centrosinistra: insieme si vince.

(MV)Già, la versione estesa dello “Stronger Together” clintoniano.

—————————————————————————

14 giugno 2017

JOHN WAYNE, alla sua ultima apparizione (Oscar ’79), fu applaudito perfino da Hanoi Jane; ma i Corvi Rossi ancora vilipendono.

“Se fossi uno della sua tempra, non mi arrenderei né agli uomini né alla natura”: sono le parole del dottor E.W. Hostetler / Stewart al pistolero J.B. Books / Wayne. Al quale, infatti, il peggiore dei suoi tanti nemici (nel film “The Shootist” come nella vita) non avrebbe fiaccato la volontà di combattere, fino alla fine.

———————————————————————————————————

 

__________________________________________________________

16 giugno 2017

16 giugno alle ore 15:30 ·


(MV) – “Left” is the keyword (everywhere).

———————————————————————————————————

Su questo “cucchiaio mancato”, Vittorio Gassman avrebbe potuto girare un altro “Kean – Genio e sregolatezza”.

__________________________________________________________________

17 giugno 2017

http://www.riscattonazionale.it/2017/06/16/ius-soli-il-sociologo-ricolfi-il-pd-e-cieco-rischia-di-far-affondare-se-stesso-e-litalia-intera/

(MV) – “Strumenti ciechi d’occhiuta rapina…” (ad essere benevoli).

__________________________________________________________________

18 giugno 2017

Da cristiano, io ricordo nelle mie preghiere anche i jihadisti.
Dicendo “Libera nos a malo”.

———————————————————————————————————

Trump dice “Witch hunt”.
Io aggiungo “DELLE streghe”: Clinton, O’Donnell, Streep, Hanoi Jane, Ciccone… ed i loro succubi maschi.

———————————————————————————————————

Roberto Recchioni

18 giugno ·

La libertà di parola del giornalismo non morirà tra le urla di un atto di repessione violenta, ma tra i cortesi applausi dei benpensanti.

Essere costretti a condividere un pezzo di Libero per sostenerlo, ecco dove siamo arrivati.

http://www.liberoquotidiano.it/news/opinioni/12414960/filippo-facci-condannato-sospeso-per-aver-criticato-islam–.html

(MV) – Non mi aspettavo niente di diverso, da uno spirito libero riguardo ad un altro.

———————————————————————————————————

Decima Comandante

15 giugno ·

Messaggio per la Presidenta:
questa non è apologia di fascismo, questo è il simbolo degli Arditi che sono nati molto prima e che hanno combattuto con il coltello tra i denti per difendere la Patria che Lei vorrebbe regalare.
Se questo simbolo non le piace dovrà farsene una ragione, questa è la Storia di cui siamo orgogliosi.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

(MV) – Gli Arditi come The Expendables: “Boys Are back In Town”. O, meglio ancora, non sono mai andati via.

———————————————————————————————————

Chi dice che il latino sia una lingua morta?! È ancora l’ideale, per supercàzzole truffaldine come lo “Ius soli”.

———————————————————————————————————

2017 – LA VENDETTA DI HANNIBAL (Carthaginensis)

———————————————————————————————————

Putin non si è pavoneggiato, nella Hot Room, mentre i suoi scaraventavano all’inferno quel disumano bastardo.
Altro stile…

Carlo Gallia Marco, qui ti devo bacchettare. Un conto è l’azione di un commando, con le immagini del malamente che crepa, un bombardamento aereo è un’altra cosa: vedi un puntino, poi un polverone. E dobbiamo ancora vedere se l’hanno preso, il disumano bastardo.
Io spero di sì, ovviamente, anche se non sono tifoso di Putin.

MV Finalmente sono alla scrivania, Carlo.
Il paragone fra i due tipi di azioni militari può apparire tirato per i capelli, ne sono consapevole, ma ciò che davvero mi premeva era manifestare biasimo per quelle immagini dell’allora Commander in Chief nell’esercizio delle sue finzioni (non è una svista): il filo-islamico Barack Hussein Obama che nel 2011, approssimandosi la lunga corsa per il secondo mandato da POTUS, letteralmente “mette la faccia” (come direbbe il suo grande amico italiano) sull’eliminazione del Nemico Pubblico N.1, senza peritarsi di trasformare la madre di tutte le Black Ops in evento mediatico mondiale.
E, quel che è peggio, un anno fa il Nobel per la Pace 2009 ebbe anche la sfrontatezza di replicare “ad usum Delphini”, cioè di far celebrare dalla Cia il quinto anniversario della gloriosa impresa, con un finto live-tweet (ma non era Trump il fissato dei cinguettìi?), nell’illusione di dare così un significativo impulso alla campagna presidenziale del suo ex Segretario di stato, Hillary Rodham Clinton (la quale, come argutamente scrivesti in una conversazione sul tuo profilo, “ha un solo problema: nessuno la può vedere”):
http://www.lastampa.it/2016/05/02/tecnologia/news/la-cia-fa-la-diretta-twitter-delluccisione-di-bin-laden-cinque-anni-dopo-F8Ba3GHWCvZ1ZVfmsYSJGP/pagina.html

__________________________________________________________________

19 giugno 2017

Giorni fa, il presidente Grasso perorò l’approvazione di “Eutanasia e Ius Soli”.
Certi accostamenti rivelano più di mille parole.

__________________________________________________________________

21 giugno 2017

Che noia ‘sta retorica sulla “Notte prima degli esami”…
Sì, del sangue. Che potrebbero anche rivelare “traccie” di ignoranza.

———————————————————————————————————

TRACCE DI ROSSO.

E “TRACCIE” DI BLU.

Per fortuna del MIUR… Così il plurale creativo con la “i” sparisce in fretta.
———————————————————————————————————

NUOVO CINEMA MIUR (come si capisce dal plurale creativo).


__________________________________________________________________

Se apprezzaste “LE BIANCHE TRACCE DELLA VITA” (“The Claim”, 2000), adesso amerete “LE ROSSE TRACCIE DEL MIUR”.

———————————————————————————————————

Francesco Campo

20 giugno ·

….anche Putin qualche volta puo’ sbagliare….


(MV) – Una risata; sperando in una granata. Lunga vita a Lello.
__________________________________________________________________

24 giugno 2017

Il grande caldo mi fa ripensare sempre al mio deejay preferito.

__________________________________________________________________

24 giugno 2017

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/12420728/isis-arrestata-lara-bombonati-foreign-fighter-italiana.html

(MV) – Folgorata sulla via di Damasco.
Ma soprattutto fulminata in testa: decenni di lotte femministe, “non più puttane non più madonne etc.”, e poi ti arrivano queste troie dementi assassine che scelgono la “sottomissione”, in ogni senso.
Sembra la nuova moda sovversiva dei figli-di-papá (incerto): Black Is The New Red.
RIHAD to all of you.

———————————————————————————————————

26 giugno 2017

Cercano di colpire Cesare, tra-sver-sal-men-te, attraverso la moglie (presunta fedifraga).
FANNO SCHIFO AL CASSIO.

__________________________________________________________________

Questo ampio vuoto della continuity cronologica, come accennavo in apertura, è riempito dai due post precedentemente pubblicati.

__________________________________________________________________

30 luglio 2017

Coraggio, inclusivi, provate a sostenere che l’autista di Monteriggioni sia un fan di Mishima ed abbia quindi tentato di emularlo.

__________________________________________________________

31 luglio 2017

Charlotte Matteini

31 luglio alle ore 14:12 · Carinola, Campania ·

Ma n’che senso? Fuori possono picchiarci?


(MV) – Sì, dev’essere come la terra consacrata per Connor McLeod, del clan McLeod, e gli altri Inmortali.

———————————————————————————————————

L’affascinante Valentina Bendicenti, anchorwoman di Sky Tg24 (immagine di repertorio: adesso ha i capelli sempre corti ma corvini).
Oggi, a colpo d’occhio, sembrava che indossasse soltanto una giacca, con un solo bottone agganciato al di sotto dello sterno.
Poi, osservando un poco meglio (al rientro in studio da un collegamento), si vedeva naturalmente anche una canotta, o un body, dal colore abbastanza simile a quello dell’epidermide (più abbronzata che qui).
Insomma, è stato bello finché è durato.


__________________________________________________________

01 agosto 2017

Le Ong scendano dal piedistallo: anche la più potente, fra le organizzazioni non governative, ha concluso trattative con lo Stato.

———————————————————————————————————

Ché poi, già il fatto che lo Stato debba TRATTARE con le Ong, su questioni concernenti sovranità e sicurezza, è alquanto svilente.

———————————————————————————————————

“Medici senza Frontiere” si rassegni: perfino i Giochi erano regolati dall’autorità, di Guido Pancaldi e Gennaro Olivieri.

__________________________________________________________

04 agosto 2017

Sono assolutamente d’accordo: par condicio fra il Coyote ed il Caravaggio!

—————————————————————————————-

05 agosto 2017

Iphoneconservative

5 agosto alle ore 14:45 ·

Game, Set and Match to Mr Molyneux.



(MV) – “Gioco, set, partita” è esattamente quello che avevo pensato a mia volta, ancora prima di soffermarmi sul commento.

Anche alle scemenze che possa dire un comico, qual è Patton Oswalt, dovrebbe pur sempre esserci un limite: quello dell’autolesionismo.
– “Chiamare Donald Trump «Signor Presidente» equivale a chiamare «Einstein» un coglione”.
– “Tranne il fatto che Donald Trump è realmente il Presidente degli Stati Uniti… Einstein”.

__________________________________________________________________

06 agosto 2017

Se è vero che “nomen omen”, le principali mète di un certo tipo di turismo dovrebbero essere Skopje e Reykjavik.

———————————————————————————————————

Paolo Gentiloni: “Deriva autoritaria in Venezuela”.
Clarice Starling: “Deriva carnivora nel Dottor Lecter”.

__________________________________________________________________


NO TIME FOR LOSERS

Da Sky Tg24 (che seguo esclusivamente per la deliziosa anchorwoman Valentina Bendicenti) apprendemmo ieri una fondamentale notizia: Donald Trump non ama le vacanze perché le considera “da perdenti”, ma passerà comunque 17 giorni fuori dalla White House per lasciare campo libero a lavori di ristrutturazione nella West Wing.
Il POTUS si trasferirà quindi nella sua villa preferita, a Bedminster nel New Jersey (40 minuti di macchina da NYC), all’interno del Golf resort che egli aveva fatto costruire una quindicina di anni fa su un terreno appartenuto a John DeLorean. Sì, proprio QUEL DeLorean, l’ideatore dell’auto di «Back To The Future»: ossia il film che “con il personaggio del bullo, aveva profetizzato la presidenza Trump”, tenne a sottolineare lo zelante agit-prop mascherato da ripetitore di soft-news, fingendo di voler semplicemente sottolineare gli arabeschi del destino.
No, cari Millennials che nel ’90 stavate ancora poppando latte o comunque non avevato superato la pubertà: i due Robert, ovvero il regista Zemeckis ed il suo co-writer Bob Gale, non avevano affatto spinto la loro fervida fantasia sino a “profetizzare” quello che vi fa tanto rodere il culo. Il bullo Biff Tannen che, nel 1985 alternativo del SECONDO film (datato appunto 1990), si è arricchito con le scommesse grazie al Grande Almanacco Sportivo prelevato dal futuro, è sì un plutocrate senza scrupoli dichiaratamente ispirato alla figura di Donald Trump, e magari anche un èmulo di Bugsy Siegel che ha trasformato Hill Valley in una sorta di nuova Las Vegas, però egli NON arriva alla Casa Bianca manco per il cazzo: il filmato “virale” che sta circolando attualmente è un palese divertissement né più né meno che i ridoppiaggi di Adolf Hitler dal film «La Caduta», con Bruno Ganz (molti orgasmeranno per quest’ultimo accostamento, ne sono ben consapevole, ma non me ne può fregare di meno).
Quindi o non conoscete affatto quello di cui state parlando, cari dipendenti dello Squalo, o magari lo conoscete ma lo stravolgete di proposito: non so in quale caso ci facciate peggior figura.
Un’ultima cosa. Il grandissimo Michael J. Fox, a cui sono affezionato da 32 anni e continuerò ad esserlo, ora si prodiga quale corifeo della protesta anti-trumpiana riguardo al cosiddetto “Muslim Ban” ed alla presunta xenofobìa (lui millanta di sentirsi parte in causa per via dell’origine canadese); ebbene, va sempre ricordato che nel 1985 il Nostro, impersonando Marty McFly, non si peritò di apostrofare come “Bastards!”, ben due volte, i terroristi libici che avevano abbattuto Doc Brown sotto i suoi occhi.
Se Mike ha da ventisei anni quello che ha, e mi dispiace enormemente (tieni duro), io – per ora, grazie a Dio – non ho mica l’Alzheimer (a parte possedere la Trilogia in più edizioni dvd).

_________________________________________________________________

07 agosto 2017

Giustificazionismo è pensare “Comunista Maduro ma puro”.

———————————————————————————————————

Venezuela corrisponde a “Piccola Venezia”:
che fortuna, noi, aver avuto Cacciari invece di Chávez… (ed il suo diàdoco Maduro).

__________________________________________________________________

08 agosto 2017

Ci dispiace… Ma noi siamo noi, MSF, quelli che vinsero il Nobel per la Pace nel 1999, e voi non siete un cazzo.

__________________________________________________________________

09 agosto 2017

“De gustibus…” (di solito con questa reticenza) è la versione beneducata di “Non ne capisci un cazzo manco se rinasci”.

———————————————————————————————————

Non solo “Dio non esiste”, ma il sindaco De Blasio tassa i più ricchi di NYC per ammodernare la metropolitana.

———————————————————————————————————

Supercoppa Europea giocata a Skopje, Macedonia. Siamo ben lontani dal dadaismo di quelle Italiane giocate in Cina e Qatar.

———————————————————————————————————

Dopo il Qatar nel 2016, la Supercoppa Italiana torna a Roma. Niente​ Cina capital-comunista, ché tanto ormai è venuta qui lei.

———————————————————————————————————

FOR GLEN

http://www.cowboysindians.com/2017/08/happy-trails-to-glen-campbell-1936-2017/

 

Marco Valori     

Annunci