Updated 20/12/2016, h. 08.38
—————————————————————————————-

07 dicembre 2016 (in evidenza)

LITTLE BIG MAN

Ogni voto di rigetto anti-renziano è stato COMUNQUE un voto sul “merito” del referendum; e la frase “I meriti non c’entrano, in questa storia” vale solo nel senso in cui la diceva Clint Eastwood, prima di far fuori Gene Hackman nel finale de «Gli Spietati» («Unforgiven», senza l’articolo).

(Poco innanzi lui aveva anche domandato “Chi è il padrone di questo cesso?“, ma io non voglio esagerare. E lasciamo perdere la ripetizione dei demeriti, adesso, perché infierire sullo sconfitto del momento può procurare l’orgasmo soltanto a personaggi né sensibili né avveduti: per esempio quelli che hanno dichiarato una mezza dozzina di volte la fine del berlusconismo).

Non occorre essere costituzionalisti, né politologi, per capire che il contenuto della riforma non era separabile dalla figura del premier (quand’anche egli non si fosse esposto così), giacché la nuova archiettura istituzionale era chiaramente finalizzata a conservare e rinsaldare il potere del medesimo. Dentro il Giglio magico dovevano aver fatto questo ragionamento: “Il Senato della Repubblica rimane il tradizionale anello debole, dove l’attuale sostegno al governo viene garantito per “senso di responsabilità” solo da un pugno di transfughi, che ci vengono rinfacciati anche dai compagni di partito? No problem: si trasforma la Camera Alta in un dopolavoro ferroviario leopoldino, riempito all’85% – o giù di lì – da amministratori locali sinistrorsi, e a quel punto i senatori transfughi possono pure prendere il loro bravo senso di responsabilità e andarsene a Canossa, o altrove”.

Tutta questa operazione era troppo evidente, per riuscire a dissimularla con la cortina fumogena del presunto risparmio e della presunta semplificazione.

Non si può dire che essi non ci abbiano provato, con grande impegno, a dissimulare il macroscopico interesse di parte. Però, come riconosceva lo stregone indiano di «Little Big Man», la magìa (qui direi l’illusionismo, del Giglio magico), a volte funziona e a volte no.

__________________________________________________________________


06 dicembre 2016

“Bisogna nominare un nuovo popolo”.

La saggezza di Bertolt è qualcosa di classico ed eclettico, buono per tutte le stagioni e le nazioni: dalla scorsa estate british al recente autunno yankee, fino all’attuale inverno del nostro scontento. Per culminare, probabilmente (si è già visto più volte), nella prossima primavera.

Marco Valori
12 novembre alle ore 9:35 ·

Come scrisse Bertolt Brecht al presidente della DDR, dopo l’insurrezione operaia del 1953 duramente repressa grazie al contingente sovietico, “Il Comitato Centrale ha deciso: poiché il popolo non è d’accordo, bisogna nominare un nuovo popolo”.

Magari dopo aver sciolto quello attuale nell’acido; degli umori che la Cupola internazionale sta riversando, oggi, dopo Brexit e Tr(i)ump(h).

———————————————————————————————————

puppato-15326430_10154724947257645_8720171887053967612_n

Possiamo dire che le battute ve riescono come le riforme?

😀

Onore al merito di «GAZEBO – Social News», striscia quotidiana di Rai 3, e del suo  conduttore Diego “Zoro” Bianchi, che stasera ha così commentato la penosa ritrattazione della senatrice dem ed il suo tentativo di far passare il tweet come una replica a Beppe Grillo (“Votate con la pancia”).

Ma ho sentito un’ottima selezione di battute anche dallla rete, in quello show. Per esempio un tweet era rivolto all’ex-sellino Gennaro Migliore e (testualmente o quasi) diceva così: “A’ Gennarì, cambià casacca nun t’ha portato bene. Er prossimo cavallo fattelo consiglià da Gigi Proietti“.

———————————————————————————————————

La Cupola Ue prende un’altra inculata democratica ma pretende di dettare ancora la linea.
Com’era quel proclama, “Noi non siamo tecnocrati“?

——————————————————————————————————–

Le “slides” saranno ganze, lo “storytelling” sarà affascinante. Ma la vita reale è tutta un’altra cosa.

(E incidentalmente Elizabeth Hurley – anche ora, a 51 primavere, di Botticelli – è molto più avvenente di Miss Etruria).

———————————————————————————————————

Qualcun altro aveva reso il Senato molto più credibile, rispetto alla riforma testé bocciata: Gaio Cesare Germanico, più noto come Caligola.

———————————————————————————————————

Bob Dylan si fa rappresentare ai Nobel da Patti Smith.
Corre voce che poi, col malloppo, intenda pure comprarsi un atollo vicino a Tetiaroa.

———————————————————————————————————

07 dicembre 2016

http://scenarieconomici.it/juncker-italiani-populisti-irresponsabili/

Il solito intervento “a gomito alzato”: il cane che morde l’uomo.
Anzi, se n’è scatenata un’intera muta, di cani (ben poco muta).
Renzi, alla direzione del Pd, ha correttamente dichiarato “Il popolo ha votato, evviva il popolo” ed ha espresso onorato compiacimento per aver governato “il Paese più bello del mondo“.
Benissimo. Ma allora fino a quando incasseremo, senza reagire, gli insulti di un tanghero lussemburghese egomaniaco, noncurante delle democratiche sovranità nazionali e perfino ignorante della semplice etichetta (ove non sia quella applicata su di un vetro)?

———————————————————————————————————

09 dicembre 2016

– What in Heaven’s name brought you to Casablanca?
– My health. I came to Casablanca for the waters.
– The waters? What waters?! We’re in the desert!
– I was misinformed…

Ecco, può darsi che (a differenza del sarcastico Rick Blaine, con il capitano Renault) io sia davvero male informato; però non mi risulta che le nostre Autorità, in particolare le tre massime Cariche istituzionali, siano intervenute per tutelare la dignità della Nazione e far abbassare la cresta al galletto lussemburghese, con prosopopea da gallo cedrone, che ha insultato quasi diciannove milioni e mezzo di cittadini italiani definendoli “irresponsabili”.

La complice ignavia è grave quasi quanto la cafonesca ingiuria.
Anche se bulli del genere (il Jean-Claude sbagliato non è certo il solo) meriterebbero ben altre repliche, rispetto alle proteste diplomatiche, per esempio quella a metà della sequenza con Spencer & Hill:
“Ha detto che è molto meglio per voi se andate a fare in culo, e anche alla svelta”.

________________________________________________________________

10 dicembre 2016

Nanni Cobretti

10 dicembre alle ore 17:43 ·

Il mio supermercato vende la barretta al cioccolato caramellato brandizzata Rocky. Il vostro?
barretta-rocky-15355562_10205754735307985_8605468967351193808_n

Marco Valori Nel mio credo sia più facile trovarne una brandizzata Drago.

__________________________________________________________

11 dicembre 2016

chicco-testa-15442263_674287899416669_8951290940514914685_n
(MV) – “C’è altro da aggiungere“?… Mah, così sui due piedi… Ci devo pensare un attimo. Ah ecco, il sempreVerde “Forza Vesuvio” può essere un buon inizio, come aggiunta?

———————————————————————————————————

A NATALE SIAMO TUTTI PIÙ .

———————————————————————————————————

Coming soon:

«MAGIC LILY»
(“Giglio Magico”).
Only in Palaces.

– Frame da «Magic», 1978, di Richard Attenborough –

magic-hqdefault

__________________________________________________________________

12 dicembre 2016

In ogni contingenza critica, si impone una priorità assoluta: “tranquillizzare i mercati”.
E così è stato, almeno per quello degli scafisti.

———————————————————————————————————

La CIA accusa i Russi di ingerenza nelle elezioni USA?
Ehi, nessuno mi aveva detto che era pronto un nuovo episodio di «Look Who’s Talking»!

———————————————————————————————————

http://www.ilgiornale.it/news/politica/metafora-bersani-trump-mucca-corridoio-1329610.html

La mucca nel corridoio sta bussando alla porta“, Bersani?
A me sembra che l’intera mandria stia calpestando il tetto, come ne «Gli Inesorabili» di John Huston («The Unforgiven», con l’articolo).

the-unforgiven-year-1959-director-john-huston-lillian-gish-audrey-a1b95r

the-unforgiven-maxresdefault
———————————————————————————————————

Francesco Maria Del Vigo

11 dicembre alle ore 18:41 ·

Formazione cattolica e gioventù comunisto-sessantottarda. Peggio di così

giovane-gentiloni-15420940_10154390142947732_210789574115696625_n(MV, 12/12/2016)

La “vendetta di Montessori”, verrebbe da dire.
Ma quali migliori credenziali di quella «occupazione» a soli 16 anni?

———————————————————————————————————

If you liked the Boy Scout, you’ll love the Catholic Boy (slightly commie).

———————————————————————————————————

Negli anni ’90, un Fantozzi ministro (Augusto) lo avevamo avuto.
Ma confesso che non ero preparato, ad un Folagra presidente del consiglio.

———————————————————————————————————

Di fatto, cambia solo il frontman.
Quasi del tutto immutata la line-up.
Identico sound-engineer e soprattutto leader della band, “U Again”.

———————————————————————————————————

Più che un nuovo esecutivo, una replica di quello vecchio.
Anzi, una riproduzione con stampante 3D.
Un po’ come in «Office Christmas Party».

———————————————————————————————————

A qualunque età, ammettiamolo, è sempre suggestivo e rassicurante credere nelle favole: Babbo Natale, Matteo Cincinnato, la Fata Turchina…

———————————————————————————————————

Il dicastero Gentiloni segna un’importante discontinuità: i giochetti sul nome di Renzi avevano ormai stancato tutti, perfino chi li faceva.

__________________________________________________________________

13 dicembre 2016

Altro che smacchiare il giaguaro di Pierluigi Bersani…
Qui hanno disinvoltamente “ribattuto” le macchie dell’ancora più famoso Gattopardo.

———————————————————————————————————

L’Espresso pubblica «Il Gattopardo» di Visconti e, poco dopo, nasce il governo Gentiloni – Renzi 2.
Grande attesa per «La Caduta degli Dèi».

———————————————————————————————————

Avete sonoramente bocciato la riforma costituzionale?
Non solo resta al governo la madrina di essa, ma vi entra anche la ghostwriter.
(Tiè).

—————————————————————————————————–

  • Mauro Gagliardi@GagliardiTweet 12 dic

 

valeria-fedeli-czgce2zw8agjy0j-jpg-large
(MV) – In fondo, si tratta solo di numeri relativi…
Quasi come quelli della sconfitta referendaria: un mini-rimpasto e poi Adelante, Compañeros!

———————————————————————————————————

Quest’anno, il nuovo classico natalizio è arrivato con largo anticipo sulla Vigilia.
Naturalmente non intendo dire «La vita è meravigliosa».

una-poltrona-per-due-32078———————————————————————————————————

Avete un piano d’emergenza anti-“Body Snatchers”? Fatelo scattare, se qualcuno con la faccia di Verdini dovesse negare la fiducia a Renzi 2.

———————————————————————————————————

Rai Uno, promo del film «Scusate se esisto».
Alternati con le immagini, vi compaiono vezzosi cartelli che accennano alla trama: in uno di essi salta agli occhi un “qualcun’altro“, scritto con l’apostrofo.

Com’era quel discorso renziano: “motore culturale e identitario del Paese”…? Ah, ho capito: il Paese dei Balocchi.

__________________________________________________________________

14 dicembre 2016

– Quale “passo indietro”?! Alfano, nel governo Gentiloni, potrà fare molto bene agli Affari Interni.
– Ma ora è agli Esteri…
– Lo so bene.

—————————————————————————————-

If you liked Stefania Giannini, you’ll love Valeria Fedeli.

———————————————————————————————————

Ok, per me il fuoco di sbarramento può anche finire: in una manciata di mesi nessuno può fare troppi danni, al Ministero della Rieducazione.

———————————————————————————————————

ONLY IN ITALY
Puoi fare quel capolavoro di indottrinamento detto Fertility Day, ed esser riconfermata. Magari concionando di “meritocrazia”.

__________________________________________________________________

15 dicembre 2016

Se sbagli formazione, relegando in tribuna il Piede Sinistro di Dio, e finisci travolto dalla Corea del Nord (0-1), poi vieni – a tutti gli effetti – sollevato dalla guida della Nazionale.

Se sbagli riforma, relegando in tribuna più che l’ala destra del Popolo, e finisci travolto dalla marea dei No (40-60), poi NON vieni – in sostanza – sollevato dalla guida della Nazione.

(Viva il giuoco del Football, rispetto per la buonanima di Mondino Fabbri).

__________________________________________________________________

17 dicembre 2016

Col nuovo premier, quanto a modo di porsi, siamo passati da Arthur Fonzarelli a Richie Cunningham; o, meglio, da Biff Tannen a George McFly.

———————————————————————————————————

the JackaL
13 dicembre alle ore 12:24 ·

E KUBRICK KE FAAAA??!!??!!

raggi-kubrick-15442325_10157816373775063_4857374515421210801_n
(MV) Quello che scrivevo martedì 13 u.s., nei commenti sotto al presente post (sulla pagina di Cinematografia Patologica, da cui condivido), mi appare piuttosto rafforzato dagli sviluppi di ieri, specialmente per quanto riguarda l’inciso finale prima del link di YouTube:

– Sempre giocando alle libere associazioni di immagini, a me Virginia Raggi ha ricordato Jana Gross, lead-singer dei Bell, Book & Candle, nel video di “Rescue Me” (anche per il titolo, certo):

‎__________________________________________________________________

18 dicembre 2016

Pasquale Longo 
‎a USCI – Umorismo, satira, comicità, ironia

21 ore fa ·

Pubblicità….zzzzz…..zzzzz….zzzz

gentiloni-15622359_1881970882016779_3515534448354092692_n

(MV) – Più o meno la battuta che avevo abbozzato anch’io, nella mente, ma che ancora non mi ero deciso a pubblicare: qualcosa sul tipo “Siamo passati dall’assenzio alla camomilla”. 🙂

– Condivisione tramite la pagina Facebook di Giovanni Perazzi –

———————————————————————————————————

Dopo i tanto sbeffeggiati (anche da Renzi) “governi balneari”, tipici della Prima Repubblica, ecco la grande novità: il “governo sciistico”.

———————————————————————————————————

Oggi ha detto la stessa frase anche Matteo Renzi, all’assemblea del Partito Democratico, rivolgendosi al Movimento 5 Stelle: “Se voi smettete di dire bugìe sul nostro conto, noi smetteremo di dire la verità sul vostro“. Ohibò… Citare «Wall Street 2 – Money never sleeps», ed in particolare quello stesso Gordon Gekko che domandava alla figlia idealista “What’s *Non-profit*?!”, vale come spettacolare autogol, degno del grande Comunardo Niccolai?

__________________________________________________________________

Save the private Raggi.

———————————————————————————————————

In occasione del Santo Natale, pardon: della Festa d’Inverno, arriva sul mercato un nuovo Carmageddon.
Come sempre, rigorosamente per il PC.

__________________________________________________________________

20 dicembre 2016

Fortuna che abbiamo leader come Juncker e Merkel, a salvaguardare valori e principî dell’Europa contro quel reazionario islamòfobo di Trump.

——————————————————————————————————–

Marco Valori ha condiviso il suo post
20 dicembre 2016
.

Non dimentichiamo le renziane “risposte culturali“, contro il terrorismo islamico. Urge un apposito bonus per diffondere il Trivial Pursuit.

Marco Valori
15 dicembre 2015 ·

In «Speed» Hopper sfidava Reeves a suon di “pop-quiz” (qui “una domandina al volo”).
Contro il terrrorismo servono anche risposte culturali.

speed-6a8b1bb68caceed0ab449d0bd51f442c

__________________________________________________________________

Merry Christmas with the one and the only Martin «Lethal Weapon» Riggs!

You do this my way. You shoot, you shoot to kill, get as many of them as you can. All you got to do is just not miss.

 

Marco Valori
5ae00fcbcf8d12538aba4c254f5e6728

Annunci