Updated 18 agosto 2015, h. 08.30 (tweet)
————————————————————————————-

25 luglio 2015

No, non si allude a “Lady Golpe” D.D.R. (anche se il contesto attuale…), che riempì le cronache oltre vent’anni fa ma di cui non molti – presumo – si ricorderanno.
Procediamo con ordine. Il 17 luglio avevo condiviso, ed oggi ho di nuovo commentato, la seguente immagine della pagina Facebook “Fanistons”:

FICA 1FICA 2

Mi è quindi venuta voglia di raccontare un retroscena: piccolo nella sostanza ma poi amplificatosi nell’espressione, fino a diventare un nuovo “status”. Ogni tanto la grafomanìa prende il sopravvento, fidando nella compiacenza di chi non trova noiosi i miei sproloquî.
Le ultime battute – o battutacce – di stamani non erano nate sul momento, cioè riferite direttamente a Jennifer Aniston / Rachel Green ed alla sua esilarante didascalia sul sistema previdenziale-assistenziale degli USA. In realtà stavo già per scriverle ieri, a commento di tutt’altro post (del quale metto il link), dopo aver letto un’altra volta le recriminazioni dell’onorevole Alessandra Moretti:
http://www.qelsi.it/2015/sinistra-allo-champagne-segni-particolari-femmina-piddina-classista/

La già europarlamentare Pd, candidata alle recenti elezioni regionali in Veneto e brutalmente tr… ehm, travolta dalla pioggia di suffragi sul governatore uscente Luca Zaia, ha attribuito la sconfitta anche a negative intromissioni da parte dei suoi compagni. In particolare, oltre a lamentare il “friendly” fire della Camusso, ha soavemente dichiarato (davvero, io già la amo per questo): “[…] Mi sono dovuta vestire con un look castigato, da ferrotranviere”.
(Quasi come Angelina Jolie, che spiegò il limitato successo del secondo «Tomb Raider» col fatto che sui manifesti fosse apparsa troppo coperta, tipo surfista, anziché nel tradizionale outfit succinto di Lara Croft).

Io intendevo appunto motteggiare così:
– Oh bella, “troppo castigato“! Voleva fare Lady Godiva proprio lei, che è in cima al partito delle tasse?!”.
Ma poi rinunciai perché, anche se non disdegno affatto l’umorismo salace e sono un po’ testa di lazzo (con la “l”), ho l’animo fondamentalmente gentile: non mi piace maramaldeggiare su chi abbia perso una competizione, in special modo ove si tratti di una giovane donna così avvenente (e pure simpatica, almeno in fotografia: sembra Martina Colombari dopo che ebbe deposto la corona, e la prosopopea, di Miss Italia).

ALE

Avrei già potuto ribattezzarla Lady G., nel senso di “Goldengoal” dopo che, sui social media, aveva paragonato a quest’ultimo l’auspicato coronamento di un 7-0 piddino con la di lei vittoria in Veneto; e pure allora non mi ero permesso di calcare la mano, a giochi ormai fatti, preferendo bonariamente ironizzare sull’incongruenza calcistica di quella metafora.
Tali sfottò a tamburo battente, comunque, erano accettabili. Invece oggi non mi piace molto che l’avv. Moretti, da destra, sia stata ipso facto bollata quale “classista” per il paragone con i ferrotranvieri: si riferiva – com’è pacifico – semplicemente all’austerità obbligata della loro uniforme, il che non significa per nulla svalutarne la categoria (a differenza dell’on. Finocchiaro, che aveva chiamato in causa le “bidelle” per fare contrasto con l’eccelsa importanza di lorsignori parlamentari).
Ancora meno mi è piaciuto che il suo segretario di partito, il Fenomeno di Pontassieve (dopo averne sostenuto personalmente la campagna elettorale, anche mediante spot in cui la chiamava “Ale”), abbia poi scaricato sugli altri le responsabilità per l’esito disilludente della consultazione amministrativa, non solo in Veneto e alle comunali di Venezia, ovvero per la generale flessione del consenso (due milioni di voti persi rispetto alle europee 2014). Un’aurea massima del fair-play, nel football, recita che si vince in undici e si perde in undici.

Qualcuno, nella mia cerchia di amicizie, già è al corrente del fatto che ho appena dovuto pagare € 1087,18 aggiuntivi, su una già onerosa successione di tre anni fa, perché “gli ermellini” (così li definiva l’avviso dell’AdE) hanno definitivamente stabilito che un domicilio di oltre 240 mq, muri compresi, sia da considerarsi “casa di lusso”; e quindi non avevo diritto alle agevolazioni applicatemi dal fiscalista della Coldiretti. Che si tratti di un vecchio fabbricato rurale, da ristrutturare nel complesso e altresì da frazionare, appena possibile, perché vi risiedono due nuclei della stessa famiglia, non conta un beneamato organo copulatore maschile (modero i termini soltanto per la signora cui è dedicata la presente nota).
Ora il Grand’uomo della Provvidenza sta appunto mirando ad inasprire le odiose imposte di successione, per controbilanciare qualche taglio di altre gabelle – puramente demagogico – senza voler aggredire il perverso moloch della spesa pubblica (cioè senza voler far insorgere le clientele e corporazioni – in una parola la “casta” – che di essa indebitamente beneficiano).

A ben guardare, quindi, rovescio il mio commento autocensurato: al partito delle tasse servirebbe eccóme, dall’interno, l’insurrezione di una Lady Godiva.
Insomma, con il dovuto rispetto (pur nella satira), questa sarebbe l’occasione giusta per imitare la protesta della sopracitata nobildonna medievale che, dismettendo i castigati paludamenti e andandosene ignuda a cavalcare in giro, si oppose fieramente ad un ulteriore iniquo balzello del conte suo consorte.
Ciò significherebbe, più che mai, unire l’utile al dilettevole.
E il cavallo – ripeto – sarebbe opzionale. Alé, “Ale”!

Marco Val (aka valorim.60)

P.S. – Ma, soprattutto, sarebbero deleterie le stelle rosse:

12 agosto 2015

“Free the nipple”, come ho scritto nella risposta al commento di Marco.

FREE THE NIPPLE Kate-Upton-on-a-Horse

 

—————————————————————————–

RIPESCAGGI DAI SOCIAL (28/06 – 31/07)

28 giugno 2015

– Sul rispetto per la donna, lorsignori hanno titolo a pontificare quanto il Dr. Lecter sul veganesimo.
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/limam-contro-tv-basta-vallette-nude-velo-pi-rispettoso-1145751.html

– Obama somiglia a Clinton.
La Casa Bianca è apparsa esternamente, l’altra notte, come vent’anni fa ne vedeva internamente: di tutti i colori.

8 luglio 2015

– 70 anni fa, gli Europei si salvarono dal rischio di marciare tutti con il passo dell’oca.
Ma oggi non è a quel bipede, che viene da pensare.

10 luglio 2015

– Il tiranno boliviano Morales ha regalato al Papa un simbolo misto: Crocifisso più falce e martello.
Grazie! Proprio quello che desideravo!”

– Il tiranno boliviano Morales ha regalato al Papa un simbolo misto: Crocifisso più falce e martello.
Acquasanta e zolfo al prossimo incontro.

– Il tiranno boliviano Morales ha regalato al Papa un simbolo misto: Crocifisso più falce e martello.
Per tener lontani i vampiri maccartisti.

– Il tiranno boliviano Morales ha regalato al Papa un simbolo misto: Crocifisso più falce e martello.
In hoc Signo hasta la Victoria siempre.

11 luglio 2015

– Come odio da parte dell’«emerito», il Cav è in ottima compagnia: Imre Nagy, Aleksandr Solzhenitsyn…
http://www.ilgiornale.it/news/politica/ombre-su-napolitano-presidente-sotto-ricatto-odia-morte-berl-1150638.html

12 luglio 2015

– Può anche darsi che la maggioranza assoluta degli Italiani sia “per l’Europa”, come ideale.
Ma, certamente, non per questa sorta di Eureich.

13 luglio 2015

LATORRE

16 luglio 2015

OB-ANA

 CORNA
 
26 luglio 2015
 ROBOT

29 luglio 2015

– Il ministro della sanità Lorenzin: “Niente tagli lineari“.
Se ne deduce che verrà usato un kriss malese, il pugnale dalla lama serpeggiante.

– Vietato parlare di “tagli”: sono “razionalizzazioni”.
Per esempio anche gli immigrati, dai centri d’accoglienza, razionalizzeranno la corda.

– BIANCO, ROSSO E VERDINI.

BIANCO ROSSO E VERDINI logopdlongobucco-17-11-2011

– GRANDE, GROSSO E VERDINI.

GRANDE, GROSSO E VERDINI berlusconi-verdini-640

 

30 luglio 2015

– “Whirlpool, missione compiuta“, su foto solenne della firma.
C’era un trionfalismo più sobrio negli anni ’30.
E un servilismo più dignitoso.

– “Su questo ci metto la faccia“, su quello pure…
A forza di mettere la faccia ovunque, è accaduto l’inevitabile: ha finito con il perderla.

– “Su questo ci metto la faccia“, su quello pure…
Ancor più, il fondoschiena sulla poltrona: per sé e per i compagnucci della parrocchietta.

– Quando in 5 malmenano una ragazza, al parco in bikini, so quanto basta per definirle “erinni vigliacche”.
Senza se e senza ma di .

– “Cerimonia del ventaglio”, donato dalla stampa alle tre massime cariche.
Con Re Giorgio (e Cav al governo), era piuttosto “del ventilatore”.

SPeciale Esecutivo per il Clientelismo, Tartassamento, Ritorsione ed Espansionismo.
Non manca nemmeno il gatto d’Angora. Di sesso femminile.

31 luglio 2015

– Ieri, nella Camera alta, Renzi andò sotto.
Il che è piuttosto imbarazzante per chi, come lui, si senta sempre in una posizione missionaria.

– “SPeciale Esecutivo per il Contro-governo, Tirannìa, Rapacità ed Esibizionismo”.
Non manca nemmeno il gatto – anzi la gattamorta – d’Angora.

05 agosto 2015

– Something is rotten…

Rotten

05 agosto 2015

– L’evidente neo-lottizzazione della RAI, negata da Renzi, è lo stravolgimento del «Riccardo III»:
“A horse, a horse! A horse for my kingdom!”

06 agosto 2015

SPeciale
Esecutivo per il
Controllo
Televisivo,
Radiofonico ed
Editoriale.

09 agosto 2015

– Il mio desiderio per la notte del 10 agosto, San Lorenzo? Mi basterebbe esattamente quello: vedere, ma prima possibile, una stella cadente.

– Potere agli oppressi ed ai discriminati!
I tempi sono maturi affinché il 45° Presidente degli USA sia un omonimo di Paperino: Donald Trump.

– “Non prendetevela! Prendetevi tutto”, diceva Ivana Trump alle malmaritate del First Wives Club.
Le sta dando retta anche il suo ex-consorte.

– Donald Trump 45° Presidente, e perché no? La solida concretezza di un palazzinaro è quanto ci vuole, dopo la fumosa doppiezza di un cazzaro.

————————————————————————————————————————

09 agosto 2015

Carlos

10 agosto 2015

“Quello che è in corso è un attacco globale nei confronti dell’ordine sociale naturale da parte della lobby omosessualista, che pretende di imporre, dispoticamente, le proprie rivendicazioni, presentate come nuovi diritti umani, all’interno delle legislazioni nazionali e dei programmi educativi scolastici.
L’ideologia di una minoranza viene, prepotentemente, proposta alle incolpevoli nuove generazioni. Sono loro, indottrinate fin dall’asilo al nuovo pensiero unico, le prime innocenti vittime di tale rivoluzione, che ne offende e compromette irrimediabilmente l’infanzia e l’adolescenza”.
Luigi Coda Nunziante in: LA TEORIA DEL GENDER: PER L’UOMO O CONTRO L’UOMO?, Solfanelli, 2014, pag. 8

12 agosto 2015

– Come ai tempi di Totò, abbiamo anche oggi un “Turco Napolitano”.
Con la differenza che Erdogan ha un più alto senso di libertà e democrazia.

13 agosto 2015

– L’attualità politica fa ripensare a un aforisma di Marcello Marchesi:
La peggior cosa che possa capitare ad un genio è di essere compreso.

– Renzi: “L’unica cosa non di sinistra che abbiamo fatto è stata vincere le elezioni”.
La battuta è spiritosa.
Ma in quale film è successo…?

13 agosto 2015

SPeciale
E
secutivo
Caudatario del
Tecnocratico
Reich
Eurabico.

15 agosto 2015

– Monsignor Galantino non è certo “un piazzista”, lui: fa venir voglia di dare l’8 per mille dell’Irpef a Scientology, il credo di Tom Cruise.

– Don Nunzio Monsignore… ma non troppo.

16 agosto 2015

– Il fatto che Nunzio Galantino sia stato ordinato vescovo di Cassano all’Ionio, CS, non concede facoltà di copiare le “cassanate” di Antonio.

–  In ogni caso, meglio essere “piazzisti” che scafisti-schiavisti-stragisti.
O un loro manutengolo, del potere laico come di quello clericale.

– Dalle parole dei due compagni segretari, mi sembra che ci sia già una corrispondenza d’amorosi sensi.
http://www.ilgiornale.it/news/politica/e-ora-don-matteo-vuole-prendersi-pure-cei-1160593.html

SP
eciale
Esecutivo
Cristianòfobo per il
Travalicamento del
Ruolo
Episcopale.

– Predicatori come Galantino attenuano i miei sensi di colpa per il fatto che mi piaccia molto l’omònima di un ex ministro ed attuale leader.

– Ma con un alto chierico quale il segretario generale della CEI, Galantino, che bisogno potrà mai più esserci della propaganda anticlericale?

– Niente dà un senso di “apprendista-stregone” quanto un premier che, attendendo i dati elettorali, si fa ritrarre impegnato alla Playstation.

– Nel cammino – magnifico e progressivo – di Matteo Renzi rimarranno due punti fermi, due stazioni fondamentali: la Leopolda e la Playstation.

– Meno Passera e più Ghiandaia Imitatrice.

– Forza Italia si appresterebbe a fungere da ruota di scorta, per ovviare in Senato al buco dei bersaniani?!
Continuate così, fatevi del male.

– L’unico “Nazareno Bis” né truffaldino né deleterio è – per chi abbia fede – il secondo avvento di Gesù Cristo Redentore alla fine dei tempi.

– Better a Trump than a tramp.

17 agosto 2015

– La famosa canzone del ’76 recitava: “Sorry seems to be the hardest word”.
Gli viene meglio essere fazioso, classista, virulento ed incivile.
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/elton-john-contro-brugnaro-bigotto-1161087.html

SPeciale
Esecutivo per la
Cancellazione dei
Tradizionali
Ruoli
Educativi.

Nota per i non Bondiani: il significato originale dell’acronimo S.P.E.C.T.R.E., già nei romanzi di Ian Fleming, è “Special Executive for Counter-intelligence, Terrorism, Revenge and Extortion”.

(Non che ci fosse bisogno, a mio uso e consumo, di riadattare poi molto).

Marco Val (aka valorim60)

5ae00fcbcf8d12538aba4c254f5e6728

 
Annunci