Questo mini-post, che scrivo di getto e magari rimpolperò in fieri (previa dicitura “Update”), è direttamente saldato al precedente.

Update 22/12/2014

La turpe fregnoneria del politically correct, e in particolare delle foeminazis, ha messo a segno un altro colpo: Lammily, la bambola anti-Barbie con brufoli, smagliature, celllulite, etc. (devo la notizia a Filippo Facci di “Libero”, 17 c.m.).

Stronzate: come dicono gli Expendables, Stallone e Statham, “Non si batte il classico”.
Da Alamo parta la rappresaglia immediata: viva gli Aqua e, soprattutto, viva la supersexy Lene Grawford-Nystrøm.

Sono iroso e iterativo, mi rendo conto: lo ammisi con il Dottordivago, in uno dei suoi recenti passaggi. Ma “loro” sono intollerabili.
In questo capoverso modero il linguaggio perché, da “bravo” piccione cattolico, desidero rivolgere a Marco (di fatto un coautore del blog), al Doc ed agli altri visitatori i migliori augurî per la Natività di Nostro Signore Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio, incarnato per opera dello Spirito Santo; insieme con quelli per un sereno e prospero anno nuovo.

Questo non significa assumere come inno la splendida «White Flag», cantata dalla graziosissima Dido:

No Deal, No Surrender.
Quando gli Estados Unidos, mercé i buoni uffici pastorali di Francisco, riaprono le relazioni con la succursale caraibica dell’inferno marxista-leninista e (di fatto) consentono che la Sony, minacciata di un altro 9/11 da criminali informatici nordcoreani, sia costretta ad annullare l’uscita natalizia della spy-comedy satirica «The Interview», sul loro padrone saccodimerda nonché bastardo macellaio rottoinculo; quando il partito (anche) qui egemone usa il “mattarello” elettorale quale intimidazione mafiosa affinché quello timidamente “oppositore” se ne stia bello muto e rassegnato; quando si assiste ad un nauseabondo sbrodolamento di giuggiole per il Decalogo sci-orinato in Tv da un miserabile guitto blasfemo, dedito al Dio Quattrino non meno che all’Agit-Prop; quando, soprattutto, una nomenklatura di smidollati traditori lascia due valorosi – da quasi tre anni – nelle mani di delinquenti internazionali nonché di fanatici bruciacristiani; insomma, quando succede tutto questo – e molte altre schifose prevaricazioni – ma chi dovrebbe rappresentarci si comporta come se fosse “in bambola” (ovviamente Lammily, di cui sopra: brufoli, smagliature e tutto il resto), recandosi perfino in estatico pellegrinaggio dal suddetto macellaio comunista, l’ultima cosa che ci passi per la testa è di lasciarci strozzare in gola – dallo spirito natalizio – il nostro grido di battaglia:

5ae00fcbcf8d12538aba4c254f5e6728

Marco Val (aka valorim.60)

——————————————————————————————————————————————————

PECORELLE (EXTRA-PRESEPE)

– From Twitter

6 dicembre 2014

Nel prossimo film, «SPECTRE», James Bond tornerà a battersi contro la fantomatica super-organizzazione criminale. Tra le locations c’è Roma.

16 dicembre 2014

– Notizia di questi giorni: gli hacker sarebbero riusciti a trafugare lo script del nuovo James Bond 007, “Spectre”. Hackerato, non mescolato.

19 dicembre 2014

– 25 anni. Troppi smemorati, in giro. E troppi smidollati.

20 dicembre 2014

– Pyongyangsters.

– Se non uscisse, per le minacce nordcoreane di provocare un altro 9/11, questo sarebbe COMUNQUE un altro 9/11 per la Libertà.

– Renzi:”Abbiamo fermato l’assalto alla diligenza”. Fonzie non gli basta più: ora si crede Ringo Kid / John Wayne di «Ombre Rosse» (il colmo).

– Obama:”Un dittatore non può imporre la censura negli Stati Uniti”. Finché si limitava a tenere in prigionìa cittadini americani, transeat…

From Google+

19 dicembre 2014

TheReelWord.net originally shared:

Sony hackers threaten THE INTERVIEW cinemagoers. Details: http://tinyurl.com/nmjrtzs

2014 - 1

Sony was forced to cancel the release of the movie, announced for Christmas Day. Suddenly a stranger, in the free United States of America: the First Amendment. (MV)

From Facebook and Google+

21 dicembre 2014

– Premetto che apprezzai molto questa canzone ed acquistai il cd-album.
Nella metà maschile del duo “Il Genio”, fin dal 2008, ho sempre trovato una vaga somiglianza con un certo personaggio già allora molto rampante, disinibito, ed oggi arrivato proprio in vetta con il fermo proposito di restarci a lungo. (Ciò grazie ad una situazione generale descrivibile con un film di Terence Hill: «Un genio, due compari, un pollo»).
D’altronde, il protagonista del music video sembra volersi atteggiare a «Spaccone»  (Fast Eddie Felson – Paul Newman), la prima parte del titolo può richiamare una formazione nominalmente “Popolare” e la seconda un’auto-promozione decisamente spregiudicata.

From Google+

21 dicembre 2014

Raymond Mendiola IV originally shared to Star Wars (Movies):

We Are At The Mercy Of Kim Jong Un.
Who wants to see his wish become true?
(Photo Credit: Lighter Side Of The Force)   #StarWars   #Disney   #JarJarBinks
10818309_753249051422255_8519729209026863271_o

– I would gladly give you a new «Godzilla»; but in reality. (MV)

 
 
Annunci